Posts Taggati ‘Europa’

I Garanti Privacy europei mettono Google nel mirino

Written by Salvatore Lo Presti. Posted in Normativa

La task force per la tutela della privacy dei cittadini europei, costituita dalle Autorità per la protezione dei dati di Francia, Italia, Germania, Regno Unito, Paesi Bassi e Spagna ha messo nel proprio mirino Google. Le sei Autorità, infatti, hanno aperto delle istruttorie distinte ma simultanee per verificare il rispetto della disciplina sulla protezione dei dati personali e, in particolare, la conformità dei trattamenti effettuati dalla società di Mountain View ai principi di pertinenza, necessità e non eccedenza dei dati trattati nonché agli obblighi riguardanti l’informativa agli utenti e l’acquisizione del loro consenso.

Lo scorso anno il Gruppo che riunisce le Autorità Privacy dei 27 Paesi dell’Unione Europea ha analizzato la privacy policy di Google per stabilire se fosse in linea con i requisiti fissati nella Direttiva europea 95/46/CE. A valle dell’analisi i Garanti europei hanno chiesto a Google di adottare, entro 4 mesi, una serie di modifiche ritenute necessarie per assicurare la conformità dei trattamenti alle disposizioni vigenti.

 

Trascorso tale periodo, le Autorità hanno però sostenuto che BigG non ha ancora adottato alcuna concreta iniziativa nel senso auspicato ed è per questo motivo che ciascuno dei sei Garanti ha deciso di andare avanti con ulteriori e più approfonditi accertamenti formali.

Nel merito, i Garanti contestano a Google:

  • di usare i dati degli utenti raccogliendoli in maniera massiva e su larghissima scala;
  • in alcuni casi senza il loro consenso;
  • conservandoli a tempo indeterminato;
  • non informando adeguatamente gli utenti su quali dati personali vengono usati e per quali scopi;
  • non consentendo quindi di capire quali informazioni siano trattate specificamente per il servizio di cui si sta usufruendo.

Alla società californiana viene richiesto di:

  • inserire informative privacy all’interno dei singoli prodotti;
  • fornire informazioni accurate riguardo ai dati più a rischio (come quelli sulla localizzazione e quelli sui pagamenti on line);
  • adattare le informative alle tecnologie mobile;
  • evidenziare bene agli utenti le finalità e le modalità di combinazione dei dati tratti dai vari servizi forniti;
  • mettere a punto strumenti per consentire agli utenti un più stretto controllo sui propri dati personali;
  • adottare meccanismi semplificati di opt out (opposizione al trattamento dei loro dati);
  • richiedere esplicitamente il consenso espresso degli utenti all’incrocio dei dati.

La risposta di Google? Ovviamente non si è fatta attendere, infatti Mountain View ha fatto sapere che ritiene la propria policy sulla privacy allineata alla direttiva europea ma che, come già fatto in passato, continuerà a rimanere in stretto contatto con i Garanti per la protezione dei dati.

 

[fonte: Corriere delle Comunicazioni]

Kroes: “Più regole per Internet. Il Web entri nell’agenda del G20″

Written by Webmaster. Posted in Innovazione

Neelie Kroes, commissario europeo responsabile dell’Agenda Digitale, insiste sulla necessità di una maggiore regolamentazione della galassia internet, come chiesto la scorsa settimana dal presidente francese Nicolas Sarkozy nel corso del suo intervento al Forum eG8 di Parigi. Kroes auspica poi l’inserimento del capitolo Internet da parte dei capi di Stato, non solo a livello di G8, ma anche a livello di G20.

Copyright © 2015 Netsquare srl - Via A. da Brescia, 7- 10134 Torino - P. IVA 10833830010                              Privacy