Valle d’Aosta verso una CONSIP regionale, In.Va. in trasformazione?

Written by Webmaster. Posted in Innovazione

Bruno Giordano, già sindaco di Aosta, ha aperto l’assemblea del CPEL (Consiglio permanente degli Enti locali) nella sua qualità di neo presidente, affermando che: “Per tenere viva l’economia regionale è opportuno costituire una Consip a gestione regionale, che permetta di non riferirsi a quella nazionale”.

A tal fine, Giordano ha proposto di trasformare l’attuale società in-house regionale In.Va in una in una vera e propria Consip regionale che faccia da referente con la pubblica amministrazione per l’acquisto e la fornitura di tutti i beni sovra soglia ma non solo. 

La Concessionaria non servirebbe però, secondo il Sindaco di Aosta, semplicemente alle forniture tecniche della pubblica amministrazione, ma diventerebbe un vero e proprio riferimento per quello che riguarda tutte le amministrazioni locali della regione: “Lunedì – prosegue Giordano – apriremo un tavolo di lavoro per rendere operativo, entro la scadenza prescrittiva del 31 marzo 2013, una Centrale Unica di Committenza per i contratti dei beni e servizi pubblici che ci permetterebbe oltretutto di aumentare il controllo sulla trasparenza delle pubbliche amministrazioni e sul decreto anticorruzione”.

La Centrale prevede anche la costituzione di una convenzione quadro e un’assistenza di tutela legale integrata che eviti la necessità dell’amministrazione, in caso di ricorsi e contenziosi, di ricorrere a professionisti esterni, soprattutto riguardo il ddl anticorruzione e trasparenza, dal momento che il programma triennale va monitorato di continuo e necessita di responsabilità pesanti che devono viaggiare di pari passo con un programma comune di modo che i dati resi pubblici siano stilati con gli stessi criteri”.

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

Copyright © 2015 Netsquare srl - Via A. da Brescia, 7- 10134 Torino - P. IVA 10833830010                              Privacy